Granello

Atene, Grecia

Granello è una pizzeria italiana sita nel centro di Atene, non lontano dalla vivace Piazza Syntagma, da sempre sede di incontri e scontri cruciali per la storia moderna della Grecia. Il locale è abbastanza carino, con dei neon alla Bruce Nauman che recitano slogan alla Vincenzo Capuano come “Dying for pizza, pizza to die for”, ma anche street art tridimensionale sui muri del locale e un bancone da bar pieno di vegetazione. Simpatico e giovanile il personale.

pizza marinara granello

La pizza è abbastanza piccola, arriva già tagliata in sei fette (una scelta diabolica e poco funzionale), ed è posta su un foglio di carta da forno a sua volta appoggiato su piatto di legno. Un inizio inusuale, che include anche la curiosa presenza di foglie piccolissime e/o tagliuzzate di basilico, nonché la visione familiare e poco invitante di un cornicione leggermente pronunciato ma un po’ livido e con parecchie bruciature. Familiare è anche il sapore classico e buonissimo dei pomodori San Marzano, che aderiscono perfettamente a un impasto dalla consistenza ottima. Questa si mantiene tale nel morbido cornicione, che però è anche poco saporito e troppo spesso amaro. Al centro della pizza, il basilico dona un particolare elemento di freschezza diffusa, ma i sapori forti e contrastanti di aglio e origano cozzano tra di loro, ricordando in un certo senso il sapore esplosivo del mortaio veneziano che nel 1687 distrusse parte del Partenone. Se l’aglio ha un gusto esageratamente piccante ed è disposto in modo non uniforme sulla pizza, l’origano è invece stato cotto in superficie piuttosto che essere messo a crudo, e porta dunque con sé un’altra nota di amarezza. Tutti questi piccoli dettagli non permettono alla marinara di Granello di prendere davvero il volo nonostante la bontà estasiante di pomodoro e impasto. A frenarne ancora di più la corsa è il prezzo: di 9€, spropositato per una pizza così classica e di dimensioni modeste e soprattutto per la città, dove raggiunge praticamente l’1% di uno stipendio mensile. Un prezzo di questo tipo sembra essere pensato quasi esclusivamente per turisti o amanti della cucina gourmet. Eppure, la pizza marinara dovrebbe rappresentare ben altro, non solo a Napoli ma in tutto il mondo, tanto più in una città ribelle e anarchica come Atene: una pizza per il popolo e per la rivincita di esso. Peccato.